L’ARTE DI ASCOLTARE BAMBINI E ADOLESCENTI (Saper leggere le loro partiture)

I bambini, comunque si comportino, sono il sorriso e la musica del mondo. Occorre però saperli ascoltare. Provate a immaginare ognuno di loro come fosse una partitura originale e mai eseguita. Come leggerla e comprenderla? Innanzitutto bisogna tener presente che il bambino è come un compositore che registra, scrive e canta una melodia ascoltata casualmente. …

ABITARE CON I CINQUE SENSI L’INQUIETA SOLITUDINE AL TEMPO DEL CORONA VIRUS

La specie umana è una specie animale che vive di socialità e di relazioni di gruppo e interpersonali. Al momento pare però che mantenersi distanti l’uno dall’altro sia l’unica misura per ridurre il rischio di contagio. Oltre a ciò, l’invito a starsene il più possibile a casa implica la necessità di un ulteriore isolamento fisico, …

VIRUS E BATTERI SONO NATURALI, BIOLOGICI, SENZA CONSERVANTI.

Proprio così: nulla a che vedere con l’adulterazione del mondo adulto, il cui sapere apparente tende a impedire la scoperta di fatti anche evidenti. Come, ad esempio, il riconoscere che i Microbi non sono altro che delle minuscole B (Micro – B). Sono determinati, coesi e fanno il proprio mestiere. Non si logorano in sterili, …

COMUNQUE VADA…

…CI SARA’ SEMPRE UN VENTO AMICO CHE PORTERA’ PETALI DI PAROLE GENTILI E NUOVE. O almeno auriamocelo. Dobbiamo in ogni caso considerare che amici e parenti di COVID19 ne hanno – nel passato remoto e recente – combinate più che Bertoldo: la peste, la Spagnola, Sars-COV 2, Ebola, HIV. Per non parlare delle vittime civili …

FASE 1, FASE 2, FASE 3, FASE n: E POI: LIBERI TUTTI? MAH…

Umberto Galimberti chiarisce: «Il termine “Fase” indica, in un processo di sviluppo, un succedersi di unità riconoscibili e distinguibili l’una dall’altra per la comparsa di determinati caratteri indicativi di sostanziali modificazioni. La determinazione delle varie Fasi, per quanto non arbitraria, non trova unanime accordo nella determinazione delle varie unità, anche perché è sottesa alla nozione …

FUORI DI TESTA SI PUO’ USCIRE? (Abitare la distanza relazionale)

Gianni Marocci scrive: «Il rapporto spazio/tempo è definibile come cambiamento ma anche come distanza fra due punti. Se la relazione è poi incontro con l’altro da sé, possiamo allora parlare di distanza relazionale e psicologica fra gli individui. Non conosciamo la relazione con l’altro né l’altro “da noi”. Per fare questo, dobbiamo entrare in rapporto …

POLEMICHETTA FANTASMATICA (Sotto lo sguardo di Kurt Lewin)

Un fantasma si aggira tra coloro che – a vario titolo – si occupano di educazione, didattica, psicologia e pedagogia applicata. Un fantasma che assume le sembianze dell’arroganza interpretativa che immagina di possedere una sorta di “verità descrittiva” tale da poter comprendere in che cosa consiste lo “spazio di vita” di coloro (bambini, ragazzi, adulti …

ARADIA E IL TELAIO MAGICO (La maga che riuscì a parlare con COVID19)

Aradia è una giovane donna, dai capelli neri, lunghi e mossi come onde del mare. Dagli occhi grandi come lampare di luce. Con uno scialle intessuto di vento e raggi di sole. Abita lontano, nel tempo di un altro tempo. Lavora giorno e notte al suo telaio magico, intessendo la propria e l’altrui vita. Coglie …

PER PRIMA COSA, GUARDATE

William Osler (padre della medicina clinica moderna; 1849-1919) ripeteva ai suoi studenti: «Osservate, memorizzate, collocate al giusto posto, comunicate. Usate i vostri cinque sensi…Imparate a vedere, imparate a udire, imparate a toccare, imparate a odorare e sappiate che soltanto con la pratica potrete diventare esperti. La medicina si impara al letto del malato e non …