TRAGICO E SENSO COMUNE.

In Instagram si è aperto uno spazio dove le PSICOCOSE raccontano della Psicologia in quanto strumento di vita e di lavoro. Su iniziativa di un gruppo di giovani psicologhe e psicologi, ex tirocinanti e tirocinanti presso UVI (Alice, Carol, Cristina, Ivan e Antonio) è stata data vita e fondata PSICOCOSE, uno spazio, un tempo e …

UN NUOVO CONTRATTO SOCIALE AL TEMPO DEL DISTANZIAMENTO FISICO, AFFETTIVO E MORALE.

Le nuove abitudini che siamo tenuti ad adottare per ridurre il rischio di infezioni da Corona virus, implicano un radicale cambio di passo per quel che concerne la socialità umana. Se vogliamo essere più precisi e concreti: è necessario scrivere un nuovo Contratto Sociale. Magari, che ciascuno se ne scriva uno tutto e solo per …

SCRIVERE IL PROPRIO CV E RACCONTARE DI SE STESSI

A tutti è capitato o capiterà di scrivere il proprio CV, magari dovendosi attenere all’orribile Modello Europeo. Se i burocrati che l’hanno redatto avessero letto la poesia di Wiszlava Szymborska, si sarebbero forse guardati bene dall’imporre l’obbrobrio che, come un fantasma, si aggira per l’Europa. Dire di se stessi e raccontarsi riguarda il proprio spazio …

ABBIAMO UN PROBLEMA: LA SCUOLA E’ SOCIALITA’ E L’INSEGNAMENTO DA REMOTO LA ANNIENTA, LA STERILIZZA, LA SOFFOCA, LA ANNULLA.

Al momento sembrerebbe che non si possa fare a meno delle tecnologie assurte a protocollo didattico unico e ineludibile in questo tempo di pandemia. Ma se ne sono considerati i danni collaterali? Non sarebbe forse il caso di ragionare creativamente intorno alla possibilità di assumersi un “rischio calcolato” così da ridefinire i contorni della scuola …

LA MUSICA, STRUMENTO EDUCATIVO D’ECCELLENZA, DA SEMPRE IMPEGNO DI UVI PER LA SCUOLA PRIMARIA DI UN TERRITORIO SPECIALE.

Uno dei progetti irrinunciabili per UVI è il progetto musicale per la scuola primaria che viene svolto, già da qualche anno, presso la scuola Radice di Via Paravia, da uno speciali-sta. Con le chiusure delle scuole per l’emergenza COVID 19, anche questo è stato inevitabil-mente sospeso per l’anno in corso. Ciò nonostante in sintonia con …

“PER ALBERO…AD ALBERO” (PER ASPERA AD ASTRA!). Tanti libricini colorati per appuntavi la voce delle stelle, cantata dai Bambini con i quali educatrici e volontarie continuano a giocare nel tempo della quarantena.

L’emergenza coronavirus, come ormai a tutti noto, ha rivoluzionato il mondo dell’istruzione e di conseguenza il modo di relazionarsi con il mondo dei bambini. Una, tra le parole, che ha fatto da padrone negli ultimi due mesi è sicuramente quella di “distanza”. Nell’immaginario comune la distanza si connota generalmente di significato negativo (allontanamento da qualcosa …

CARO DIARIO. Laura (dia43), studentessa diciassettenne, ancora una volta ci prende per mano e, raccontandosi, ci suggerisce come ascoltare l’andirivieni delle nostre emozioni

«Caro diario, Come sto? È da tempo che non mi pongo questa domanda. Io sto bene. Davvero Laura, ne sei sicura? Sì, perché dovrebbe essere diversamente? Perché forse tutti possiamo sentirci deboli ogni tanto. Allora forse sto bene ma non troppo. Io in questi giorni non sono stata ferma. Ho fatto tantissime cose, non solo …

CONOSCERSI ATTRAVERSO IL CIBO. COSI’ FACCIAMO PREVENZIONE

Irene Pozzebon è dietista e collabora con LILT (lega italiana per la lotta contro i tumori) in ottica preventiva. Grazie alla collaborazione sinergica iniziata più di un anno fa, Irene ha tenuto degli incontri sulla corretta alimentazione in età evolutiva per l’Albero dai mille colori. E’ intervenuta in tutti gli Spazi Bimbi all’interno dei momenti …

LETTERE RICEVUTE. La difficoltà dell’insegnante di convivere costruttivamente con l’“invisibile”

«Ho appena letto l’intervento sul blog (Per una critica costruttiva della formazione a distanza, NdR) ed è inevitabile che io condivida ogni singola parola, ogni singolo pensiero. Forse perché mi ci trovo completamente dentro, forse perché la sto vivendo in prima persona, ma ogni parola la sento mia, ogni pensiero mi appartiene in maniera globale. …

LETTERE RICEVUTE. Visitatrici e visitatori scrivono, la Redazione pubblica e risponde.

Ho scritto un pensiero, un po’ forte, ma sentito. Il tema è il ritorno di Silvia Romano, la ragazza rapita. Distanti ma uniti...solo a parole. Ci deve essere qualcosa che mi è sfuggita, forse il tempo stesso mi è passato davanti e non me ne sono accorto. Stamattina mi sono svegliato e ho pensato seriamente …