Burkina Faso. Diario dell’ascolto e dell’azione solidale. 3 / 5: Se vuoi, chiamale Emozioni

Come ci aveva predetto il vecchio saggio dell’Epiro ( da cui non ho più notizie perché ho perso il suo n° di telefono), anche questa terza nostra avventura in Burkina volge al termine. Giovedi abbiamo salutato, lottando (come loro) contro il magone, i nostri fedeli amichetti, quelli che ogni sera prima che andassimo a cena …

GRANDE FESTA DELL’ACCOGLIENZA ALLA SCUOLA CADORNA

Venerdì 19 ottobre 2018, alla Scuola primaria e dell’infanzia “Luigi Cadorna”, in via Dolci, a Milano, si è svolta la grande Festa dell’accoglienza. Bambini, genitori, insegnanti e tutto il personale docente e non docente hanno avuto la possibilità di scambiarsi opinioni e sorrisi. Nel grande cortile esterno erano allestite lunghe tavolate dove le più diverse …

FATMA SVELA UN PREGIUDIZIO RADICATO E DIFFUSO Il secondo evento conclusivo al termine del progetto RadicaMi

Martedì 25 settembre World Bridge Education, terzo partner nel progetto RadicaMI, ha organizzato il secondo evento a conclusione dell’intervento. Ad attendere i partecipanti, la tradizionale merenda di cultura araba. Distribuita su un invitante banchetto, imperava una teiera dal classico design mediorientale. L’Associazione World Bridge Education, all’interno del progetto patrocinato da Fondazione Cariplo e in collaborazione …

Burkina Faso. Dal diario dell’ascolto e dell’azione solidale – 3/2. Dalla periferia della periferia del mondo

Alcune informazioni meteo: notti fresche e ventose ( 23-25 ° in camera), pomeriggi caldi ma accettabili (32-34° esterno, 28° in camera ); umidità…cos’è l’umidità? La parrocchia ha ospitato una coppia di olandesi che, come abbiamo fatto noi, hanno donato due edifici multifunzionali ( chiesa/scuola/ luogo di riunione): così siamo stati con loro e Clement alla …

Burkina Faso. Dal diario dell’ascolto e dell’azione solidale – 3/1. Non è un paese per cani

A due anni esatti dal nostro primo viaggio in questo paese, eccoci di nuovo , per la terza volta, in Burkina Fasò .Volo ottimo ( abbiamo anche strappato 40 cartine geografiche da altrettante riviste sull’’aereo: sono più utili ai ragazzini di Yalgò). Caricate le nostre 4 valigie, i 2 zaini e il pc sul pick-up …

BURKINA FASO. DAL DIARIO DELL’ASCOLTO E DELL’AZIONE SOLIDALE. 9. Lasciamoci con un sorriso

Bene, torniamo a casa trascinando diversi chili di souvenirs : un tamburo, oggetti di artigianato in bronzo, legno, e argento; qualche frutto di Baobab ( albero che a me sembra un errore della progettazione della Natura: frutti non numerosissimi dei quali servono solo i semi, utili ma non indispensabili all’alimentazione; foglie non abbondantissime per zuppe …

DAL BELLO AL BENE

Nello scorso mese di luglio, nella sede dell’UVI, a Milano, Giuliana Campestrini e Francesca Lissoni – arte terapiste – hanno animato la serata, organizzata nell’ambito delle “Conversazioni a sorpresa”, programmate per l’ultimo giovedì di ogni mese. Il tema della conversazione riguardava gli strumenti creativi nell’attività con gli adolescenti e in particolare la dinamica didattico-pedagogica che …

INTELLETTUALI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI (Risposta all’appello di Massimo Cacciari )

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. ************************************************* Non ho vissuto l'età dei totalitarismi, l'età della morte del pensiero critico ma oggi più che mai posso considerare quanto sia pericoloso il sonno della ragione. Nell'età del ritorno dei Malvolio di montaliana memoria un semplice prendere le distanze non può bastare, non è piu possibile una "fuga immobile" anzi …

UN IMPIEGATO D’ORDINE A TEATRO. IL CASO DEL DR. FRANZ KAFKA (Dalle stanze del Castello alle stanze di un’Associazione di volontariato)

Prologo A Kafka piaceva andare a teatro. E del resto, quasi tutta la sua opera letteraria (dai racconti ai suoi tre romanzi: America, Il Processo e Il Castello) potrebbe costituirsi come testo di riferimento per messe in scena teatrali. Come in fondo è in seguito – e in parte – avvenuto. Specialista, Kafka, nel canonizzare …