STANNO I GIORNI FUTURI INNANZI A NOI (RACCOGLI LE TUE PENE E VIENI VIA CON ME)

CANDELE Stanno i giorni futuri innanzi a noi come una fila di candele accese, dorate, calde e vivide. Restano indietro i giorni del passato, penosa riga di candele spente: le più vicine danno fumo ancora, fredde, disfatte e storte. Non le voglio vedere: m’accora il loro aspetto, la memoria m’accora del loro antico lume. E …

ASCOLTARE L’ IMMENSO CHE COMUNQUE ILLUMINA IL PRESENTE

Pare difficile uscirne, anche e forse perché i comportamenti soggettivi e di gruppo non sono adeguati alla situazione pandemica che stiamo vivendo. Abituarsi allora ad ascoltare le vibrazioni emotive che le parole evocano può essere di un qualche giovamento. Per la seconda volta, Philippo Gasparini ci offre un mazzetto di parole illuminanti LUCE IMMENSA IDEA …

COLORARE LA VITA DI PAROLE

Colorare la vita di parole è un accorgimento particolarmente utile in questo periodo di pandemia. E un esempio ce lo propone un giovane artista, Philippo Gasparini, con la sua “Amica” e con il quadro “Mare infranto”. Volentieri pubblichiamo il suo contributo. AMICA SOSPESO NELL’IMMATERIALE, IMMAGINIFICI TOCCHI DI CELESTE. TACE IL RUMORE. RIFLESSI DI PENSIERO VIAGGIANO …

IL RACCORDO TRA GIORNATA DELLA MEMORIA E SETTIMANA DELL’EDUCAZIONE: UNA RIFLESSIONE

Riceviamo da Chiara Alpi il seguente contributo, che volentieri pubblichiamo. Ne segnaliamo l’interesse che riveste per l’azione didattico-pedagogica orientata a promuovere la cultura del rispetto. Un tale approccio culturale non può prescindere dal trasformare il ricordo in memoria, paradigma metodologico tradotto in pratica proprio oggi, giorno della Memoria, 27 gennaio. Seguiamone lo sviluppo argomentativo, sottolineando …

SAREBBE BELLO AVERE UN MAESTRO-POETA (COME FU GIORGIO CAPRONI)

Giorgio Caproni, poeta e maestro di scuola elementare, nasce a Livorno nel 1912 e muore a Roma nel 1990. Ha vissuto gran parte del suo tempo a Genova, dove ha svolto l’attività di maestro elementare. Alla sua morte sono stati rintracciati alcuni ultranovantenni scolari. Uno di questi ha raccontato: «Certo che mi ricordo del maestro …

JOHNNIE SATRE, STORIA DI UN BAMBINO DISUBBIDIENTE CHE CHIEDE DRAMMATICAMENTE SCUSA

Johnnie, uno di tanti. E tutti dormono sulla collina di Spoon River. Ascoltiamo la sua storia. JOHNNIE SATRE Babbo, non potrai mai sapere quanta angoscia mi strinse il cuore, per la mia disubbedienza, quando sentii la ruota spietata della locomotiva mordermi nella carne viva della gamba. Mentre mi portavano dalla vedova Morris vidi ancora nella …