IN POCHI A NUOTO

“Huc pauci vestris adnavimus oris. Quod genus hoc hominum? Quaeve hunc tam barbara morem permittit patria? Hospitio prohibemur harenae; bella cient primaque vetant consistere terra. Si genus humanum et mortalia temnitis arma, at sperate deos memores fandi atque nefandi.” In pochi a nuoto arrivammo qui sulle vostre spiagge. Ma che razza di uomini è questa? …

Senza mostri

Senza mostri le ali si piegano verso il fondo dell’umida terra. Le finestre non “mostrano” più e il cielo acceca le secche iridi. La punta dei piedi si fa pungiglione mentre nel nulla sprofonda l’assenza. La mostruosa noia del comune accomuna mentre lenti si sgretolano i castelli dell’aria troppo tersa. Non c’è via per il …

Scegliere e costruire.

Ogni giorno è un incrocio a cui ti fermi devi scegliere -ti dici- i passi di oggi e un po’ anche quelli di domani. Poi domani è un altro oggi, altre strade da solcare, nuove scelte da vivere e scoprire. Pianificare o sterzare all’ultimo lasciarsi dietro le incertezze e trovarne di nuove nel labirinto senza …

ASSUMERSI LA RESPONSABILITÀ DI RAGIONAR FREMENDO D’EMOZIONE Resistenze, conflitti e processi di mediazione nel vivere associativo

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo." [Gandhi] Come e perché dovremmo leggere questo contributo. In ogni organizzazione umana (Associazioni di volontariato naturalmente comprese) il conflitto costituisce la sorgente energetica che consente il movimento delle strutture, animate e inanimate. L’Autrice propone una serie di riflessioni che ognuno potrà tradurre in strumenti che si …

Bullismo e Cyberbullismo

Oggi vorrei porre l’attenzione sulla differenza che intercorre tra Bullismo e Cyberbullismo. Il termine italiano bullismo è la traduzione letterale della parola inglese “bullying”, termine ormai comunemente usato nella letteratura internazionale per indicare il fenomeno delle prepotenze tra pari. In generale il bullismo può essere opera di un singolo o di un gruppo di individui. …

I COLORI CI AIUTANO A CAPIRE CHI SIAMO

Definire il proprio “tipo” tramite l’amore/odio per un determinato colore è un gioco psicologico oggi piuttosto diffuso, se non di moda: si spazia da sintetici riferimenti ai seri studi di Max Lüscher, il cui test cromatico, ideato nel 1949, resta uno strumento fondamentale per gli psicoterapeuti, a facili generalizzazioni che richiamano certi oroscopi di giornali …

VUOTO

Con parole equivoche tu giochi come ragazzi spregiudicati che ad ogni curva della vita carezzano il brivido estremo d’un orribile precipitare. Ed io ti confesso : giammai potrei vivere senza di te. Pubblicato da Poesiesmarrite