SUL PALCOSCENICO DELLA VITA ENTRA IN SCENA L’ERRORE

In ogni errore giace la possibilità di una storia Gianni Rodari Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore Bertolt Brecht Se c’è una cosa che mi manda in bestia è sbagliare. Sbagliare scelte, sbagliare momento, sbagliare valutazione, accorgersi che si sono compiuti un certo numero di errori nella propria vita è quantomeno seccante. …

PSICOLOGI AL CONFINE: FOLKLORE DI GUERRA. UNA RIFLESSIONE DI AGOSTINO GEMELLI SULLA PSICOLOGIA DEL SOLDATO DURANTE LA GRANDE GUERRA (E DALLA PSICOLOGIA DEL SOLDATO ALLA PSICOLOGIA DEL VOLONTARIO…)

L’utilizzo di enormi eserciti di massa e dunque l’organizzazione di flussi costanti di soldati attraverso i paesi e le linee del fronte, l’impiego su larga scala di una tecnologia bellica avanzata nonché l’adattamento della struttura economica all’attività militare, furono solo alcuni degli elementi che fecero del primo conflitto mondiale un evento senza precedenti. La guerra …

TRA CAOS E COSMO (RIDISEGNARE COSTE E PUNTI DI VISTA) CONFINE E FRONTIERA NEL MONDO DEL VOLONTARIATO

Il confine è una figura di profonda ambivalenza. Lo sapevano bene i latini, per cui il limen era insieme via e frontiera, limite e percorso, termine e traccia. Il confine, infatti, è il perimento dell’esclusione e l’avamposto dell’accoglienza; il lungo abbraccio dell’addio e la corsa scomposta del ricongiungimento; l’imposizione tagliente di una costrizione e la …

REGOLE CHE CURANO. Il “metodo originale” dello psicologo Giulio Cesare Ferrari: L’efficacia terapeutica del lavoro attivo (uno spunto utile e interessante per volontari ed educatrici che gestiscono comunità infantili)

Giulio Cesare Ferrari fu uno studioso di fama internazionale, in contatto con i più celebri scienziati europei e impegnato sia nella ricerca scientifica che nell’attività clinica: già Direttore del Manicomio di Imola dal 1907 al 1924, concluse la sua carriera alla direzione dell’Ospedale psichiatrico Roncati di Bologna dal 1924 al 1932, anno in cui moriva …

VEDO ROSSO, SONO NERO, SONO GIALLO D’INVIDIA, HO UNA FIFA BLU: I COLORI SONO LA MUSICA DELL’ANIMA (la tavolozza del Volontario)

I Volontari sono uomini e donne – o meglio: persone – che dipingono di musica colorata il tempo dedicato a strutturare relazioni di aiuto. Con se stessi e con i loro più giovani compagni di viaggio, bambini o adolescenti che siano. Chi, tra i naviganti, fosse interessato ad approfondire la tematica presentata da Cesare Peri, …

ECO, NARCISO E I NEURONI – SPECCHIO: L’ALTERARSI DELLE IMMAGINI RIFLESSE NEI LAGHI E NELLE ACQUE DEL VOLONTARIO

Il contributo di Clara Terranova riprende e sviluppa il tema dello “specchio”. Le suggestioni mitologiche e i richiami fiabeschi (come nel caso de “La Regina della neve”), aiutano a leggere costruttivamente molte delle dinamiche umane, comprese quelle che caratterizzano il rapporto volontario-bambini e volontario-adolescente. Nei tempi e nelle strade della vita, si sentono spesso risuonare …

UN ERRORE IMPREVISTO. Nel referendum “Monarchia o Repubblica” del 1946 il sondaggio Doxa dava vincente la Monarchia: come spiegarlo ? Un inedito di Cesare Musatti

All’indomani del referendum istituzionale del 2 giugno 1946 che sancì la nascita della Repubblica italiana, Cesare Musatti decise di mettere per iscritto una riflessione riguardante un aspetto apparentemente secondario di questa consultazione popolare, in grado però di chiarire le dinamiche alla base del voto e di fotografare la società. “Referendum istituzionale e classi sociali” è …