UN VIAGGIO DI MUSICA E PAROLE PER RICOMPORRE LE DISSONANZE E ALZARE LA VOCE A DIFESA DELLA DEMOCRAZIA.

Poche ore prima dell’assalto alla sede della CGIL si è concluso a Verbania un seminario organizzato dalla FISAC ligure dedicato alla lettura ragionata e costruttiva del dissenso.

Ho avuto l’occasione di animarlo e gestirlo con il contributo essenziale di quattro musiciste e un musicista (violini, viola, violoncello e contrabbasso) e di tutte le partecipanti e i partecipanti all’incontro. Nessuno di noi avrebbe potuto prevedere l’azione squadrista condotta contro la sede nazionale della CGIL a Roma. Ma è accaduto ciò che non avremmo voluto accadesse. Un fatto che tuttavia testimonia quanto importante sia l’incontrarsi, il dialogare, lo scambiarsi idee e pensieri. Ecco allora che la comunicazione (sintesi di rispetto e capacità di ascolto delle voci che val la pena di ascoltare) assume la propria veste naturale: strumento di vita e di lotta per contrastare i pericolosi rigurgiti di violenza, rischio e pericolo per la convivenza democratica.

*

One Reply to “UN VIAGGIO DI MUSICA E PAROLE PER RICOMPORRE LE DISSONANZE E ALZARE LA VOCE A DIFESA DELLA DEMOCRAZIA.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...