UN FANTASMA SI AGGIRA PER IL MONDO: LA VOCE CONFUSA E STONATA DEI VIROLOGI TELEVISIVI (E DI TUTTA LA LORO COMPAGNIA DI SPECIALISTI DI OGNI ORDINE E GRADO).

Il nostro è un Blog pacifico e sereno e, nei 470 articoli finora pubblicati, non vi è alcuna traccia di vis polemica accesa e mirata. Ma quel che è troppo, è troppo. Anche perché lo stato di incertezza e di confusione che stiamo vivendo, hanno costituito e costituiscono un doloroso limite al concreto operare in campo della nostra Associazione. A fronte, tra l’altro, di un incontrovertibile fatto: migliaia e migliaia di morti. Stando così le cose, la risposta più scientifica, seria e rassicurante sarebbe “Al momento non siamo in condizione di sapere che cosa stia accadendo”.

***

Un fantasma si aggira per Scuole, Uffici, Fabbriche, Quartieri, Paesi e Città: la voce contradditoria e confusa dei virologi e degli specialisti televisivi che, a vario titolo, ci informano sullo stato dell’arte e su come stanno e su come andranno le cose in ordine alla pandemia in corso. Con quale credibilità? Seguirne i ragionamenti ha un che di perturbante: all’inizio, per molti di loro si trattava di una semplice e assolutamente non pericolosa variante influenzale e le mascherine non erano di nessuna utilità. In seguito, folgorati sulla via di un virus sconosciuto che cominciava a fare migliaia di vittime, ecco che si sono prodigati in una variante (anch’essa perniciosa) del sapere di cui dovrebbero disporre ma che evidentemente sono molto lontani dal padroneggiare. Abbiamo ascoltato tutto e il contrario di tutto.

Racconta Umberto Eco: «C’era un giochetto che una volta mi hanno fatto e che consiste nel chiedere di quale noto autore italiano del Novecento sia l’incipit “Turbata libertà degli incanti”. Le risposte sono varie (Ungaretti? Quasimodo? No, Cardarelli…) e alla fine si viene esposti alla tremenda rivelazione: si tratta del titolo di un articolo del Codice Rocco sulla turbativa d’asta» (1992).

Se sapessimo che il contesto è giuridico, capiremmo subito che si tratta di un incanto turbato; se, invece, il contesto fosse poetico, ecco che la parola incanto verrebbe ad assumere altre e ben diverse connotazioni.

È il contesto che determina senso e significato di ciò che si dice e si scrive. I virologi e i più diversi esperti televisivi sarebbe bene che, una buona volta, se ne facessero una ragione e agissero di conseguenza.

NB

Qualsiasi opinione che si volesse esprimere sull’argomento, sarebbe ben accetta. Il dibattito potrebbe aprirsi in qualsiasi momento.

La citazione da Eco è tratta da: Umberto Eco, Perché i libri allungano la vita, Edizione speciale per GEDI Gruppo Editoriale S.p.A, pubblicato su licenza di La nave di Teseo Editore, Milano, 2021.

*

3 Replies to “UN FANTASMA SI AGGIRA PER IL MONDO: LA VOCE CONFUSA E STONATA DEI VIROLOGI TELEVISIVI (E DI TUTTA LA LORO COMPAGNIA DI SPECIALISTI DI OGNI ORDINE E GRADO).”

  1. Se è vero che la perseveranza è una delle virtù dei forti, noi siamo fortissimi.
    Mentre non mi sembra affatto virtuoso il bailamme mediatico che collude con la confusione in campo medico/ scientifico ormai evidente. L’umanità ha il solito problema: troppa poca umiltà e quindi troppo poco silenzio. Fortunatamente c’è gente che continua a lavorare seriamente nonostante l’impudenza di chi sembra tenere di più alla fama personale che non alla serietà professionale e c’è gente che continua ad aiutare e a muoversi seppure con prudenza e senso della realtà con grande rispetto e umanità.

    "Mi piace"

  2. IN TV PIU’ PSICOLOGI E MENO VIROLOGI, recita un articolo de Il Giornale, di cui credo possa essere interessante leggerne le parole.

    “In otto mesi di pandemia, nonostante
    le massicce dosi giornaliere
    di lezioni di virologia propinate
    da tutte le reti tv, la confusione
    e la paura regnano sovrane. Non
    c’è ragione per non credere che i
    virologi, adottati a tempo pieno
    dalle tv, siano tutti valenti e affermati
    studiosi, ma quando alla
    paura si associa una più che naturale
    incompetenza sulla difficile
    materia, è palese che negli ascoltatori
    qualunque comunicazione
    di carattere scientifico venga
    appresa in maniera distorta e
    fuorviante. Sommando le impressioni
    tratte dalla tv al reale
    disagio creato dalle «grida manzoniane
    » dei politici, ne consegue
    che la paura e la tensione
    stiano raggiungendo livelli di
    guardia intollerabili in larghi strati
    della popolazione. Credo invece
    che se una parte dello spazio
    televisivo oggi occupato da specialisti
    scientifici fosse dedicato a
    valenti psicologi, l’inquietudine
    di molti italiani per l’oggi, ma soprattutto
    per il domani, potrebbe
    trovare una qualche risposta più
    rassicurante. Non penso che la
    gente sia interessata solo al computo
    dei malati, dei ricoverati in
    terapia intensiva o dei defunti
    per Covid 19. Vuol sapere invece
    come reagire a questo accidente
    assolutamente imprevisto. Vuol
    avere una risposta ai mille interrogativi
    che sorgono a livello personale
    o generale dopo un lungo
    periodo per l’Italia di sostanziale
    tranquillità durato ben 75 anni:
    dalla fine della Seconda guerra
    mondiale ad oggi. Un unicum
    nella nostra storia.”
    Giuseppe Perotti, 05/11/2020

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...